Polonia: natura e monumenti – 8 giorni  

Viaggi e riposo

 

Durante questo viaggio visiteremo i luoghi storici iscritti nell’Elenco dell’Eredità Mondiale dell’Umanità Unesco: la Città Vecchia a Varsavia, Cracovia, Toruń, il campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau, il parco di pelegrinaggi a Kalwaria Zebrzydowska, la storica chiesa lignea a Dębno, la miniera di salgemma a Wieliczka e la Sala del Centenario (Hala Stulecia) a Breslavia. Avremo l’occazione di ammirare le cime della catena motuosa più alta della Polonia, i monti Tatra, di passeggiare nel Parco Religioso – complesso di capelle all’aperto dedicate alla Passione di Gesù a Kalwaria Zebrzydowska. Conosceremo il Santuario della Divina Misericordia a Łagiewniki di Cracovia. Ci riposeremo nellalocalità montana di villeggiatura più famosa della Polonia, Zakopane; ammireremo castelli e palazzi attorniati da bellissimi giardini.

Giorno 1

Visita guidata di Varsavia, compresa la Città Vecchia (iscritta nell’Elenco dell’Eredità Mondiale Unesco), la Via Reale (Castello Reale, Colonna di Sigismondo-eretta in onore del re Sigismondo III Waza, Palazzo Presidenziale, Università), il Parco Łazienki, uno dei più bei complessi di palazzi e giardini della capitale e il Palazzo della Cultura e della Scienza.

Il centro storico di Varsavia, cuore della capitale, è la parte più antica della città, fondata nel XIII secolo. Durante la seconda guerra mondiale, la città è stata quasi completamente distrutta ma grazie ai quadri, fotografie, documenti e ricordi della gente è stata ricostruita esattamente com’era prima.

Il Palazzo della Cultura e della Scienza è stato per molti anni l’edificio più controverso di Varsavia. Eretto nel 1955 come ”regalo” al popolo polacco da parte di Stalin, è tuttora il grattacielo più alto della capitale. Oggi, l’edificio è sede di cinema, ristoranti, musei ed università. I visitatori possono prendere l’ascensore per ammirare una splendida vista che si estende su tutta la capitale.

Giorno 2

Żelazowa Wola, una piccola località distante 54 km da Varsavia, dove è nato Fryderyk Chopin, uno dei più grandi pianisti di tutti i tempi. Attualmente il palazzo, intorno al quale è stato creato un bellissimo parco, ospita il museo dedicato al compositore dove si possono trovare diversi ricordi ed oggetti a lui collegati. Ogni anno numerosi turisti appassionati della musica di Chopin vengono a Żelazowa Wola per ascoltare i concerti nelle meravigliose sale del palazzo.

Partiremo per Toruń – città situata sulle rive del fiume Vistola nel centro-nord della Polonia. Visiteremo la Città Vecchia, uno dei complessi architettonici più importanti della Polonia e dell’Europa centro-orientale, iscritta nell’Elenco dell’Eredità Mondiale dell’Umanità Unesco. In serata ammireremo i monumenti ben illuminati: il Municipio della Città Vecchia, la casa di Copernico – il probabile luogo di nascita dell'astronomo Niccolò Copernico, il Granaio, la Cattedrale di Toruń con una delle campane più grandi d’Europa, le rovine dell’antico castello dei Cavalieri Teutonici e la Torre pendente, probabilmente il luogo di nascita dell'astronomo Niccolò Copernico, il Granaio, la Cattedrale di Toruń con una delle campane piùgrandi d’Europa, le rovine dell’antico castello dei Cavalieri Teutonici e la Torre pendente.

Dopo la visita, cena e pernottamento in albergo.

Giorno 3

Dopo la colazione faremo una passeggiata nel centro città. Alla fine della visita i buongustai avranno la possibilità di comprare pani di zenzero, uno dei più tipici e famosi dolci di Toruń, cui ingredienti sono: farina, acqua, latte, miele e le spezie, tra cui, appunto, lo zenzero. I dolci, chiamati pierniki, possono essere glassati o ricoperti di cioccolata. Poi partiremo per Wrocław (Breslavia)

Giorno 4

Wrocław (Breslavia), una delle più interessanti città polacche. Faremo un tour per la Piazza del Mercato (Rynek Główny), il Municipio, le chiese di Santa Maria Maddalena e di Santa Elisabetta, l’Università. Attraversando il Ponte Tumski raggiungeremo Ostrów Tumski, dove visiteremo la cattedrale di San Giovanni Battista.

Durante la visita, i bravi osservatori avranno modo di incontrare gli gnomi nascosti in diversi posti della città. Questi divertenti nanetti sono quasi 300, ma il loro numero cresce continuamente.

La sera visiteremo la Sala del Centenario (Hala Stulecia) iscritta nell’Elenco dell’Eredità Mondiale dell’Umanità Unesco, il Giardino Giapponese e la Fontana di Pergola.

 

Giorno 5

Visiteremo il campo di concentramento Auschwitz-Birkenau – il più grande campo di sterminio e lavoro forzato creato dai nazisti tedeschi durante la seconda guerra mondiale.  Il lager era il più efficiente centro di eccidio di circa di 1 millione di Ebrei e di cittadini di tanti altri paesi. Il sito è dichiarato patrimonio dell’Umanità Unesco.

Wadowice, città natale di Karol Wojtyła, il Papa Giovanni Paolo II.

Kalwaria Zebrzydowska – il Santuario della Passione e della Madonna di Kalwaria Zebrzydowska è noto sopratutto per il complesso di cappelle all’aperto dedicate alla Passione di Gesù. È una delle mete preferite dei pellegrinaggi.

Dopo la visita, cena e pernottamento in albergo a Cracovia.

 

Giorno 6

Cracovia. Visiteremo il colle del Wawel con il Castello Reale e la cattedrale. Dal punto di vista storico e culturale, il Wawel è il luogo più importante della Polonia. Per 5 secoli il Castello ospitava la residenza reale ed ora è uno dei musei più frequentati di Cracovia. Nella cattedrale sono sepolti i re della Polonia (splendide tombe di marmo), mentre nelle cripte si possono visitare le tombe di due scrittoripiù importanti della letteratura polacca: Adam Mickiewicz e Juliusz Słowacki, nonché di alcuni illustri cittadini polacchi e personaggi storici.

Dopo la visita del colle di Wawel, ci incammineremo sui sentieri di Giovanni Paolo II. Cracovia è l’unica città che annovera i luoghi legati all’intera vita di Giovanni Paolo II. Inizieremo la nostra passeggiata dalla Citta Vecchia, la parte antica chiamata Stare Miasto, dove ammireremo la Piazza del Mercato, la più grande piazza medievale di tutta l’Europa, il mercato coperto chiamato Sukiennice, il Palazzo del Comune – Ratusz ed i vari edifici adiacenti. Continueremo poi il percorso visitando la Basilica di Santa Maria, il Palazzo dei Vescovi di Cracovia, l’Università Jagellonica, una delle più antiche d’Europa dove Karol Wojtyła iniziò gli studi, a seguire la basilica di San Francesco, la chiesa collegiata di Santa Anna, la più grande chiesa barocca di Cracovia e molti altri monumenti.

Dopo la visita, cena e pernottamento in albergo.

Giorno 7

Partenza per Zakopane. Durante il viaggio, una breve sosta per visitare la chiesetta di Dębno Podhalańskie (iscritta nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco). Questo bellissimo tempio del XV secolo è costruito interamente in legno di abete e di larice senza uso di chiodi.

Dopo la breve visita il viaggio proseguirà verso Zakopane, una piccola cittadina ai piedi dei monti Tatra. Il suo simbolo e “lo stile di Zakopane” si armonizzano perfettamente con il paesaggio delle montagne circostanti.

Faremo un’escursione in funivia sul monte Kasprowy Wierch. In caso di brutto tempo, saliremo su Gubałówka con la funicolare (monte paesaggistico). Dopo ci recheremo al Santuario della Madonna di Fatima a Krzeptówki e poi alla villa Koliba, museo dello “stile di Zakopane”.

La sera ritorneremo a Cracovia passando per il borgo di Chochołów che ha perfettamente conservato l’aspetto dei tempi passati.

Dopo la visita, ritorno a Cracovia. Cena e pernottamento in albergo.

 

Giorno 8

Wieliczka – visiteremo la miniera di salgemma famosa in tutto il mondo, cui inizi dell’estrazione risalgono al XIII secolo. Nelle rocce di sale sono state scavate 2000 grotte e quasi 26 gallerie. Si possono anche ammirare delle vere meraviglie realizzate in salgemma: le capelle con figure scolpite in salgemma (la più conosciuta la capella de Santa Cunegonda ) e i laghi salati.

La visita continuerà poi presso il Centro Giovanni Paolo II ”Non abbiate paura!”, finemente decorato con i bellissimi mosaici del Padre Marco Rupnik. Il Centro è dedicato alla commemorazione della persona e dell’opera del Papa polacco.

Dopo la visita, ci dirigeremo al non lontato Santuario della Misericordia Divina e al monastero, dove visse e morì Santa Faustina Kowalska.

Proseguiremo con una passeggiata guidata attraverso il quartiere ebraico di Kazimierz, una delle più importanti attrazioni turistiche della città. Attualmente un quartiere di Cracovia, per molti secoli era una città sé stante, luogo di coesistenza e permeazione delle culture ebraica e polacca. A testimonianza del passato sono rimaste le antiche sinagoghe (Stara, Remuh, Wysoka, Poppera, Kupa, Izaaka), gli edifici storici, qualche bottega e alcuni deliziosi ristoranti.

Dopo la visita, cena e pernottamento in albergo.