Cracovia e Wieliczka monumenti Unesco – 3 giorni

Viaggi e riposo

 

Durante questo viaggio visiteremo una delleregioni piùinteressanti della Polonia e dell’Europa. Vedremo 2 luoghi storici, Città Vecchia a Cracovia e la miniera di salgemma a Wieliczka, iscritti nell’Elenco dell’Unesco quale Eredità Mondialegià nel 1978, quasi primi al mondo.

Giorno 1

Visiteremo la Citta Vecchia, la parte antica chiamata Stare Miasto, dove ammireremo la Piazza del Mercato, la più grande piazza medievale di tutta Europa, il mercato coperto chiamato Sukiennice, il Palazzo del Comune – Ratusz ed i vari edifici adiacenti. Continueremo poi il percorso visitando la Basilica di Santa Maria, il Palazzo dei Vescovi di Cracovia, l’Università Jagellonica, una delle più antiche d’Europa dove Karol Wojtyła iniziò gli studi, a seguire la basilica di San Francesco, la chiesa collegiata di Santa Anna, la più grande chiesa barocca di Cracovia e molti altri monumenti.

 

Proseguiremo la visita sul colle del Wawel con il Castello Reale e la cattedrale. Dal punto di vista storico e culturale, il Wawel è il luogo più importante della Polonia. Per 5 secoli il Castello ha ospitato la residenza reale ed ora è uno dei musei più frequentati di Cracovia. Nella cattedrale sono sepolti i re della Polonia (splendide tombe di marmo), mentre nelle cripte si possono visitare le tombe di due scrittoripiù importanti della letteratura polacca: Adam Mickiewicz e Juliusz Słowacki, nonché di alcuni illustri cittadini polacchi e personaggi storici.

 

Giorno 2

Visiteremo il quartiere ebraico di Kazimierz, una delle più importanti attrazioni turistiche della città. Attualmente un quartiere di Cracovia, per molti secoli era una città sé stante, luogo di coesistenza e permeazione delle culture ebraica e polacca. A testimonianza del passato sono rimaste le antiche sinagoghe (Stara, Remuh, Wysoka, Poppera, Kupa, Izaaka), gli edifici storici, qualche bottega e alcuni deliziosi ristoranti.

 

Giorno 3

Wieliczka – visiteremo la miniera di salgemma famosa in tutto il mondo, cui inizi dell’estrazione risalgono al XIII secolo. Nelle rocce di sale sono state scavate 2000 grotte e quasi 26 gallerie. Si possono anche ammirare delle vere meraviglie realizzate in salgemma: le capelle con figure scolpite in salgemma (la più conosciuta la capella de Santa Cunegonda ) e i laghi salati.

La visita continuerà poi presso il Centro Giovanni Paolo II ”Non abbiate paura!”, finemente decorato con i bellissimi mosaici del Padre Marco Rupnik. Il Centro è dedicato alla commemorazione della persona e dell’opera del Papa polacco.

Dopo la visita, ci dirigeremo al non lontano Santuario della Misericordia Divina e al monastero, dove visse e morì Santa Faustina Kowalska.